Cronache da un paese diverso – dichiarazione d’intenti

Articolo letto: 14 volte

scream

Passi tutta una vita a sognare di partire per un paese diverso dal tuo, di lasciare l’oppressiva provincia lombarda in cui sei nato e cresciuto (la Brianza velenosa di Battisti), di andare a fare un’esperienza all’estero che magari ti possa aprire nuove strade. Finisce che, a furia di sognarla, l’occasione ti capita: ti prendono alla City University per un Master in giornalismo di dodici mesi. È un sogno che si realizza, eppure, nel groviglio inestricabile di sentimenti che precede ogni partenza, quello che prevale è la paura: paura di non essere all’altezza, paura di affrontare un anno che si prospetta intenso come mai ne hai avuti, paura di fallire.

Eppure sono qui, a Londra, e con questo blog cercherò di raccontare la mia avventura a chiunque vorrà leggerla. Fra aneddoti, cazzate, notizie e osservazioni non richieste, proverò a dipingere l’immagine di un paese che, già dopo l’atterraggio, è percepibile come diverso dal nostro. Non prometto nulla, ma può darsi che, scavando, potreste persino ricavarci qualcosa di utile.

Davide C

Articoli consigliati