Cronache da un paese diverso – Manuale di sopravvivenza londinese

Articolo letto: 29 volte

scream

Dopo quasi due mesi di permanenza a Londra, mi sento in grado di dare i primi suggerimenti su come affrontare le difficoltà di tutti i giorni.

Premetto che la seguente lista è “estrema” e si adatta a coloro che vengono a Londra per lavorare o studiare per un lungo periodo e sono piuttosto squattrinati. Se siete turisti o avete qualche milione di euro potete tranquillamente farne a meno.

1) CIBO. Evitate il più possibile di mangiare fuori casa, costa tutto troppo. Dimenticate i vostri gusti personali: al supermercato si compra solo quello che è in offerta al momento. Scordatevi carne e pesce, le uniche fonti di proteine per il vostro corpo saranno i più economici fagioli e le uova (che imparerete a cucinare in modi che non avreste mai potuto immaginare). La pasta è cara, si parla di 1,5 £ (quasi due euro) per mezzo chilo, perciò compratene una tonnellata se la trovate scontata.

Evitate i supermercati troppo costosi come Waitrose e Marks & Spencer, puntate su Tesco, Sainsbury‘s e soprattutto Iceland. Se potete andate a fare la spesa alla sera, dalle 19:00 in poi. In questo modo potreste trovare pane, verdura fresca già lavata e tramezzini a prezzo dimezzato. Il motivo di ciò è semplice, si tratta di prodotti che sono scaduti il giorno stesso o scadranno il giorno dopo, ma sono ovviamente ancora commestibili.

Scoprirete che per vivere decentemente basta una padella, una pentola, un piatto, un coltello e un cucchiaio, tutto il resto è superfluo.

2) TEMPO LIBERO. Qualsiasi cosa veniate a fare qui, ne avrete poco. Detto ciò, Londra offre di tutto e ce n’è davvero per tutti i gusti. Quasi sempre servono parecchi soldi (il cinema è caro, il teatro è caro, le birre sono care, i club pure), ma se siete sufficientemente attenti potrete trovare coupon e biglietti scontati anche per gli eventi più prestigiosi, basta sapere dove cercare.

Se vi piacciono i musei, Londra è fatta per voi: la maggior parte dei musei è gratuita o a prezzi bassissimi.

3) SPORT. Tutto molto caro, ma se cercate bene potreste trovare occasioni inaspettate, come abbonamenti in palestra da 13 pound al mese.

4) LINGUA. Non importa quanto pensiate di sapere bene l’inglese: non lo sapete.

5) TRASPORTI. Muoversi costa tantissimo, fatelo il meno possibile. Se venite a studiare cercate una casa non troppo lontana dalla vostra scuola, così da poter arrivare a piedi o in bicicletta (potete acquistare bici usate a meno di 50 pound nei vari mercati di Londra, oppure sfruttare le bici Barklays che possono essere affittate senza alcun costo per tragitti inferiori alla mezzora).

Se venite a cercare lavoro e quindi non sapete ancora quanto dovrete spostarvi, o se semplicemente costa troppo affittare un appartamento vicino alla scuola, allora sarete obbligati a usare i mezzi. In tal caso, fra Tube e bus scegliete i secondi: ci metterete più tempo per impratichirvi, ma i bus costano la metà e arrivano ovunque a qualsiasi orario.

6) GANGS. Ci sono e sono pericolose, evitate di andare in giro da soli la sera soprattutto se abitate in zona 3, specialmente a est e a sud.

7) PIOGGIA. Si può sopravvivere per due mesi autunnali senza ombrello.

8) COINQUILINI. Può capitarvi davvero di tutto. Riassumo la mia breve esperienza: due marocchine costantemente fatte e sporche come animali, un finlandese in grado di bere tre litri di coca al giorno, un egiziano incapace di usare le pentole, una brasiliana alcolizzata che credeva di sbrinare il freezer semplicemente lasciando lo sportello aperto e un messicano con la passione per le stoviglie sporche lasciate a marcire nel lavandino per secoli.

Ma anche una spagnola in grado di cucinare meravigliosi waffles e un pianista tedesco con la mania per la pulizia (sia benedetto!).

9) BIDET. Questa è la cosa più difficile da superare. Per quanto vi possiate sforzare nel cercare un bagno con bidet, qui a Londra non lo troverete, mettetevi il cuore in pace.

Articoli consigliati