Fotografie del cimitero serbo Novo Groblje di Belgrado

Articolo letto: 116 volte

 

Il cimitero Novo Groblje è stato costruito su modello dei cimiteri europei. E’ uno dei primi in Serbia ad essere stato interamente progettato da architetti.

 

Cimitero di Belgrado Novo Groblje

 

Cimitero di Belgrado Novo Groblje

 

 

Cimitero di Belgrado Novo Groblje

 

La sua realizzazione è stata completata il 16 agosto 1886. Le prime sepolture ufficiali avvennero il giorno seguente e poco dopo cominciarono ad essere costruite le prime cripte.

 

Cripte cimitero Belgrado Novo Groblje

 

 

Cripte cimitero Belgrado Novo Groblje

 

Oggi il cimitero di Belgrado comprende 37 cappelle di famiglie, gran parte delle quali erette prima della seconda guerra mondiale. Attualmente si estende per oltre trenta ettari in cui sono seppellite circa 340 mila persone.

 

cimitero di Belgrado Novo Groblje lapidi

 

 

beograd cemetery novo groblje

 

 

belgrad tomb new cemetery

 

All’interno del cimitero di Belgrado si trovano oltre 1500 sculture ad opera di importanti artisti serbi e dell’ex-Jugoslavia che contribuiscono a renderlo un museo a cielo aperto.

 

Scultura cimitero Novo Groblje Belgrado

 

 

Scultura cimitero Novo Groblje Belgrado

 

 

Scultura cimitero Novo Groblje Belgrado

 

 

Scultura cimitero Novo Groblje Belgrado

 

Nel 1983 il cimitero è stato ufficialmente definito dalle autorità serbe come un complesso storico di grande importanza culturale per la Repubblica di Serbia. Dal 2004 Novo Groblje fa parte dell’ASCE , l’associazione dei più prestigiosi cimiteri europei.

 

 

lapidi cimitero di belgrado

 

 

tombe cimitero belgrado

 

 

tombe cimitero belgrado

 

In conformità col trattato di pace di Versailles del 1919, sono stati costruiti diversi sacrari militari per onorare i soldati stranieri caduti durante la Prima guerra mondiale. Il cimitero militare italiano è stato consacrato nel 1928, dove riposano 1063 soldati dei circa 10 mila che persero la vita sul fronte balcanico.

 

cimitero militare italiano Belgrado serbia

Sacrario militare italiano dedicato ai caduti della Grande guerra

 

Una delle opere più importanti di Novo Groblje sono il monumento e l’ Ossario funebre dedicato ai difensori di Belgrado della Prima guerra mondiale. E’ dove sono conservate le ossa dei militari morti in difesa della capitale serba dall’invasione delle truppe austro-ungariche.

 

Monumento e Ossario memoriale ai difensori di Belgrado 1914-1918

Monumento e Ossario memoriale ai Difensori di Belgrado 1914-1918

 

Il monumento, costruito nel 1931 su iniziativa della più importante organizzazione veterana militare dell’ex-Jugoslavia, è stato progettato dall’architetto russo Roman Verhovskoy. Il soldato serbo in alto e l’aquila a terra morente rappresentano la vittoria dell’esercito serbo contro l’Austria-Ungheria.

 

Monumento ossario difensori di Belgrado 1914 1918

 

 

Monumento ossario difensori di Belgrado 1914 1918

 

Nel 1935 è stato costruito un ossario in ricordo dei 2 milioni di soldati russi morti durante la Grande guerra. Conosciuto anche come Monumento alla gloria russa, è stato dedicato allo zar Nicola II Romanov.

 

 

Ossario Russo Belgrado Novo Groblje

L’Ossario russo

 

Al suo interno si trovano i resti di 387 soldati russi. Sopra all’ossario è stata costruita una statua che rappresenta l’Arcangelo Michele.

 

Ossario Russo Belgrado Novo Groblje

La dedica ai 2 milioni di soldati russi morti

 

Novo Groblje è considerato uno dei più antichi cimiteri di Belgrado da quando al suo interno sono sono stati rasferiti i resti di vecchie sepolture dall’ex cimitero di Tašmajdan. La prima persona ad essere sepolta nel Novo Groblje, all’indomani dell’apertura nel 1886, è stata Dragutin Dimić, il figlio del giardiniere del cimitero.

 

 

lapidi cimitero belgrado Novo Groblje

Tombe

 

 

cimitero belgrado lapidi

Alcune lapidi di famiglie

 

 

cimitero belgrado lapidi

Vecchie croci poggiate su una lapide

 

 

croci cimitero belgrado

 

 

 

lapide belgrade cemetery

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA. All rights reserved. Le fotografie sono soggette a copyright.

 

Articoli consigliati