Sono misteriosamente spariti tutti gli articoli che il killer di firenze, “eroe” per i neonazisti di Stormfront, aveva scritto sul sito di CasaPound. Per il più controverso movimento estremista italiano oramai è già diventato un vecchio amico da dimenticare, come dimostrano i recenti comunicati rilasciati dall’organizzazione, con i quali si cerca di dissociarsi il più possibile dall’accaduto. “Gianluca Casseri era un simpatizzante di CasaPound Italia, come altre centinaia di persone in Toscana, e altre migliaia in tutta Italia, alle quali, come del resto avviene in tutti i movimenti e le associazioni e non solo in Cpi, non siamo soliti chiedere la patente di sanità mentale”, si legge.

Casseri era già stato identificato in diverse manifestazioni promosse da Casapound, e ora si cerca di far passare il killer solo come uno dei tanti simpatizzanti, rimuovendo in fretta e furia ogni materiale, articoli e quant’altro che possa testimoniare una più stretta collaborazione di Casseri col movimento neofascista.

E’ ancora possibile leggere gli articoli che il killer scriveva sull’ Ideodromo, il sito web col quale Casapound propaganda le sue idee, tramite la cache Google (ora non più visibili). L’ ideodromo è definito dal leader Gianluca Iannone come “il posto dove corrono le Idee, le nostre idee. Qua è dove prendono forma, dove trovano slancio.” Infatti, gli eventi hanno subito dimostrato l’ ”ottimo” slancio che le idee promosse da Casapound hanno avuto, prendendo forma nei colpi di una 357 Magnum che Casseri ha utilizzato per uccidere i due senegalesi a Firenze, per poi suicidarsi con la stessa arma. LaMeteora.info, per rispetto dei fatti si è impegnata nel documentare e ricaricare gli articoli sulla rete su questo link. (ora visibili solamente su questo sito)

Se il movimento di Casapound, come i suoi vertici affermano, non ha nulla da nascondere nel suo rapporto con Casseri, sorge spontaneo chiedersi come mai apprestarsi a rimuovere tutti i recenti articoli dal loro sito che dimostrano una ben chiara collaborazione.

 

gianluca casseri
                               il killer Gianluca Casseri

 

Come ha fatto notare il giornalista Marco Pasqua in un recente articolo, Casseri aveva inoltre firmato, nel novembre del 2010, un saggio antisemita, pubblicato sul sito negazionista “Olodogma”, aveva fondato una rivista oltranzista denominata “La Soglia”, e come riportato da sky tg24, era iscritto all’associazione culturale “La Runa”.

In risposta a tale evento è stato indetto un presidio contro il razzismo che si terrà il 14 davanti alla prefettura di Milano, e poi una manifestazione sabato 17 alle alle 14.30 in Piazzale Loreto, per dire no alle discriminazioni e, come affermano gli organizzatori, “fermare l’odio: quello fatto dalle leggi discriminatorie, cosi’ come quello fatto dalle sedi ed organizzazioni neofasciste.”

[divider] [/divider]

di Dario Lapenta

LaMeteora.info

LaMeteora.info

Visualizza tutti i post

LASCIA UN COMMENTO. SCRIVI QUELLO CHE PENSI

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.